Gianfranco Ginelli a Talking Eggs Podcast

Buona visione!

https://www.youtube.com/watch?v=PZdu2WG-RJE&ab_channel=ScrambledCommunication


Per una San Donato verde e resiliente!

Ieri sera l’incontro wwf sud milano e greensando che ringrazio per l’opportunità di confronto su uno dei temi che ho inserito tra quelli strategici per la nostra coalizione.
Visto che il tempo delle risposte è sempre limitato, di seguito alcune considerazioni che mi piace condividere.
La prima è una premessa importante.
Il nostro Comune è caratterizzato da una notevole presenza di verde, sia agrario che urbano. Infatti, sui 12,500 kmq che costituiscono il territorio 7,700 sono a destinazione agricola, compresi nel Parco Agricolo Sud Milano, mentre circa 1,500 kmq costituiscono verde pubblico usufruibile dall’intera collettività. La metà di queste sono aree “boscate” e rappresentano un dato particolarmente
significativo. Accanto a questo patrimonio negli anni si sono sviluppate 28 aree gioco attrezzate (di cui 9 all’interno delle scuole) e 13 aree cani, più un gattile.

Questo immenso patrimonio fa di San Donato una “città giardino” che ci pone a livelli tra i più alti come dotazione di mq pro-capite, 46 per San Donato, 26,5 per Città Metropolitana e 31,4 la media italiana.
In questi ultimi anni in particolare il nostro patrimonio si è ulteriormente arricchito con nuove piantumazioni estese: 2.200 nel bosco dopo il parco dei conigli, oltre 400 nei diversi parchi della città, oltre 200 sono previste nel parco dell’Infinito di fronte alla caserma dei carabinieri e nel parco dei conigli e altre 100 nel parcheggio dell’ospedale.

Come rilanciare la nostra azione in modo concreto per i prossimi anni, quali i nostri impegni?
Il primo, forse il più importante è quello di raddoppiare le piantumazioni ora presenti sul nostro territorio, circa 10mila alberi, portandoli a 20mila entro il 2030 grazie al progetto FORESTAMI. E’ una sfida importante alla quale crediamo e che ci impegneremo a perseguire. A questa si accompagnerà la nascita dei nuovi grandi parchi pubblici come il Parco dell’Infinito, il Parco dei Conigli, il Parco di Confine con San Giuliano, il Central Park del pratone, la Campagnetta. La grande rete dei parchi cittadini.

Un patrimonio imponete ha poi bisogno di essere gestito e per questo andremo ad approvare il nuovo Regolamento del Verde che al suo interno avrà delle significative novità: tolta la possibilità di capitozzatura, nel caso di sostituzione di una essenza, la nuova dovrà essere della stessa classe di grandezza, tolta la monetizzazione della compensazione delle piante per i privati e tanto altro.

Il nostro impegno per una San Donato verde e resiliente passa da queste azioni concrete. Vogliamo una San Donato che viva in armonia con i suoi ecosistemi, che favorisca la sua biodiversità, che mantenga la sua caratteristica di città del verde diffuso.


Il parco Mattei: il progetto ad oggi già approvato

Il progetto di Partenariato Pubblico Privato per la riqualificazione del Parco Mattei, approvato dalla Giunta il 05.05.2022 è frutto anche del confronto con le altre forze politiche presenti in Consiglio Comunale e mira a rendere nuovamente fruibile tutti gli impianti, incluse le piscine e le aree verdi, garantendone la funzione pubblica.

Consentirà a tutti gli sportivi e alle associazioni sportive di fare uso degli impianti riqualificati a tariffe calmierate e a tutti i cittadini di godere liberamente delle aree verdi.

Il tutto verrà realizzato preservando l’attuale impianto architettonico, assicurando una migliore funzionalità della struttura e la sostenibilità economica nel tempo dell’intero complesso.

La proposta è stata presentata a Giugno 2021 da una cordata formata da tre soggetti: Italgreen Spa, SNEF SSD arl e Italgila srl.

La stessa è stata analizzata in dettaglio da un gruppo di advisor sportivi, da uno studio di ingegneria e da uno studio legale che ne hanno verificato la correttezza, la congruità e la sostenibilità. È stata poi migliorata durante tutti i mesi precedenti alla recente dichiarazione di pubblico interesse dell’Amministrazione Comunale. Ultimo passo, perché venga emessa la gara pubblica prevista dal PPP, è il passaggio nel nuovo Consiglio Comunale che abbiamo, per correttezza, demandato all’Amministrazione che si insedierà dopo le prossime elezioni.

Come sarà il Parco Mattei “in pillole”

+ SPORT

  • La piscina olimpionica esterna da 50 metri sarà riqualificata e tornerà ad essere coperta nella stagione fredda da una struttura pressostatica di ultima generazione che sarà totalmente rimossa nei mesi estivi. Una struttura mobile (tecnicamente un “pontone mobile”) consentirà, a seconda delle esigenze, di dividere la vasca in due per le varie necessità di nuoto e pallanuoto. Sarà inoltre prevista una tribuna interna, fondamentale per le competizioni agonistiche.
  • L’attuale piscina interna da 33 metri sarà totalmente trasformata in una vasca da 25 metri, affiancata da un’altra per l’apprendimento e le attività dedicate a chi ha difficoltà motorie.
  • La piscina ludica esterna sarà mantenuta e riqualificata.
  • Il campo da gioco dello stadio sarà riqualificato con un manto ibrido sintetico-naturale.
  • Saranno mantenuti alcuni campi da tennis, completamente riqualificati e dotati di copertura stagionale.
  • Verranno realizzati 9 campi da padel, uno dei quali avrà una tribuna rendendolo utilizzabile per competizioni anche agonistiche.
  • Saranno realizzati 5 nuovi campi da beach volley, di cui uno con tribune per poter ospitare competizioni anche agonistiche.
  • In questa maniera potranno essere garantiti il rugby, atletica, pallavolo, basket, calcio a 5, pallamano, tennis, padel, beach volley, nuoto e pallanuoto oltre alla possibilità di fruire degli spazi per eventuali richieste ulteriori.

+ PUBBLICO

  • Sono previsti sconti del 10% per i cittadini sandonatesi per le attività sportive di base e agevolazioni per le persone diversamente abili
  • Il parco, l’area verde, i giochi per bambini e le aree comuni resteranno liberamente accessibili come parco pubblico.
  • Lo stadio, con pista di atletica e campo, il palazzetto dello sport e una parte della piscina olimpionica saranno riservati al Comune, che potrà concederli liberamente in uso alle associazioni sportive locali oltre che per le attività prettamente agonistiche, anche per quelle ricreative, camp estivi e attività per le scuole. Le tariffe saranno calmierate perché saranno autonomamente stabilite dall’Amministrazione comunale.

 + SERVIZI

  • L’ingresso principale del Parco sarà collocato sul lato della fermata della metropolitana (piazza IX Novembre 1989) ma rimarranno attivi anche gli attuali ingressi esistenti su via Caviaga e via Triulziana.
  • Sarà realizzato un centro fitness/wellness all’interno dell’edificio della attuale piscina coperta.
  • Sarà completamente riqualificato il bar e il ristorante delle piscine che saranno fruibili per tutto l’anno.
  • Le due palazzine che sono collocate nei pressi della fermata della metropolitana saranno sostituite (quindi senza ulteriore consumo di suolo) da una palazzina che ospiterà il nuovo ingresso principale del Parco, nuovi spogliatoi e un centro medico ortopedico e per la riabilitazione.
  • Sarà riqualificato l’edificio attualmente posto all’ingresso del Parco al fine di ospitare uffici e attività delle associazioni sportive.

 + GREEN

  • Tutti gli impianti tecnologici (riscaldamento e illuminazione) saranno riqualificati con tecnologie pensate per garantire la massima efficienza energetica
  • Tutti gli edifici ristrutturati o costruiti in sostituzione di quelli esistenti saranno edifici nZEB (near zero emission buildings)

 + SOSTENIBILITÀ

  • Dopo l’approvazione del nuovo Consiglio Comunale, tutti i lavori di riqualificazione saranno eseguiti dagli operatori privati che si aggiudicheranno la concessione a seguito di una gara pubblica che osserverà le regole della procedura di Partenariato Pubblico Privato regolata dal Codice degli Appalti.
  • Gli investimenti, previsti in circa 24 milioni di euro, saranno a carico dell’operatore privato, che beneficerà di contributo pubblico di circa 9 milioni di euro, coperto per la metà dal Comune e per la restante parte tramite un accordo di programma richiesto a Regione Lombardia.
  • L’operatore privato curerà a sue spese l’intera gestione del Parco: le aree verdi, gli impianti sportivi (compresi quelli a disposizione del Comune), facendosi carico della manutenzione ordinaria, straordinaria e di tutti i costi di funzionamento, dalle utenze alla guardiania e alla pulizia.
  • Il Comune verserà al concessionario un canone per la disponibilità della piscina del palazzetto e dello stadio (pista di atletica, campo di gioco e spogliatoi) di circa 410mila euro all’anno, con un risparmio di circa 200mila euro all’anno rispetto ai costi attualmente sostenuti (che includono la gestione e la manutenzione degli impianti sportivi e del parco oltre che della guardiania). Il contributo pubblico e una efficace gestione degli impianti riqualificati garantiranno, unitamente al futuro contratto che verrà stipulato a seguito della sopra menzionata gara, una sostenibilità economica nei 30 anni di gestione.

Questo è quanto vogliamo portare avanti se i sandonatesi ci daranno la loro fiducia. Così ridaremo alla città un centro sportivo che tornerà ad essere attrattivo per tutto l’ambito metropolitano.


Cosa abbiamo in programma... la presentazione!

Una bella serata, partecipata, nella quale ho avuto modo di presentare la coalizione che sostiene la mia candidatura e le linee guida del nostro programma.

Insieme, ciascuno con le proprie specificità e sensibilità, superando le divisioni, per un impegno comune per San Donato.

Insieme, per mettere al primo posto diritti e opportunità, per una città che sia garanzia di pari dignità, dove nessuno resti indietro o sia lasciato solo.

Insieme, perché siamo una bella squadra, consapevole delle sfide che ha davanti e che può esprimere in modo trasversale la competenza e la conoscenza maturata in anni di impegno e lavoro per la propria città.

Insieme, in un progetto che unisce, per una comunità che cresce in una città che cambia!

Vuoi leggere il nostro programma? Puoi trovarlo a questo link: https://www.sandonatoinsieme.it/idee/
Grazie a tutte/i e #avanticosì.


La memoria e la responsabilità

Oggi ho firmato l’appello di Avviso Pubblico rivolto ai candidati alle prossime elezioni amministrative per un impegno concreto contro le mafie e la corruzione. Un atto importante ed una forte assunzione di responsabilità che ho voluto sottoscrive oggi a 30 anni dall’omicidio di Giovanni Falcone e della strage di Capaci.

Contro ogni forma di mafia e criminalità organizzata. Sempre !
#avvisopubblico #votipuliti

AVVISO PUBBLICO - Voti puliti, partecipazione democratica e impegni concreti contro mafie e corruzione


Come promuoviamo la mobilità ciclabile?

Oggi ho ricevuto, per il quarto anno consecutivo, un riconoscimento importante che conferma il valore delle nostre scelte nel promuovere politiche “bike-friendly”.

Il Comune di San Donato Milanese si conferma tra le realtà nazionali selezionate dalla FIAB Italia (Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta) in base all’impegno dimostrato nel promuovere politiche ciclabili.
Il riconoscimento attribuisce ai territori un punteggio da 1 a 5, assegnato sulla base di un’analisi oggettiva dei molteplici aspetti che interagiscono con la bicicletta quale mezzo di trasporto sostenibile. Quattro, in sintesi, le aree di valutazione:

  • mobilità urbana (ciclabili urbane/infrastrutture, moderazione traffico e velocità)
  • governance (politiche di mobilità urbana e servizi)
  • comunicazione & promozione
  • cicloturismo

Tre stelle (su cinque) è la valutazione stilata dai tecnici.

Accanto a questo, sempre oggi, mi è stato comunicato che il lavoro di rete con Città metropolitana di Milano ha dato i suoi frutti.
L'ex Provincia ha affidato l’incarico per lo studio di fattibilità del tracciato di pista ciclabile San Donato - San Giuliano – Melegnano.
Questo tratto rientra all'interno del complesso Biciplan "Cambio" di Città Metropolitana (se vuoi ulteriori info puoi trovarle cliccando qui) che punta a collegare l'intera area metropolitana con assi ciclabili.

Il tratto che interessa particolarmente la nostra città e che andrebbe ad affiancare il collegamento lungo l'asse della Paullese (la ciclabile M3-Peschiera Borromeo) è la radiale 8 delle superciclabili del Biciplan.

Un nuovo traguardo importante a sostegno del nostro impegno per le politiche di mobilità sostenibile e del lavoro di rete con gli altri Comuni del Sud-Est.


Buona festa della Liberazione!

Un 25 aprile di memoria della Liberazione e di impegno per la pace.
Il 25 aprile è la festa dell’antifascismo che celebra la nascita della democrazia. La storia ci dice che un ampio fronte politico fatto da cattolici, comunisti, socialisti, repubblicani, liberali, azionisti fu capace di superare le differenti visioni per costruire, insieme, un’alleanza capace di liberare l’Italia dal fascismo.

E’ una data da ricordare, i testimoni di quei giorni sono sempre meno ed è nostro dovere fare memoria e condividere il ricordo restando uniti.

Oggi dal 25 aprile si alza forte un appello alla pace. Alla pace, di fronte al conflitto in corso tra Russia e Ucraina che ci riporta indietro negli anni, ancora una volta la prepotenza di un aggressore al quale si contrappone la resistenza per la libertà. Un appello alla pace di fronte ad ogni conflitto perché sempre deve prevalere la convivenza pacifica tra i popoli.

Facciamo sì che da questo nostro 25 aprile si alzi forte questo grido di pace nella consapevolezza che la libertà non è mai acquisita una volta per sempre, ma che ci si deve impegnare a garantire pace e democrazia, sempre. E con la pace e la democrazia il rispetto della dignità umana e il rifiuto di ogni razzismo.

In questa giornata che anche a San Donato celebriamo, siamo sempre accompagnati dalle tante associazioni che hanno fatto di questi valori un principio di azione civile. Insieme a loro dobbiamo continuare a creare quei momenti di collegamento tra le generazioni in modo da dare continuità ai valori del 25 aprile.

La giornata è iniziata questa mattina con le cerimonie istituzionali a Poasco, davanti al nuovo murale dedicato a Di Vittorio, al momento a Mattei in Metanopoli per concludersi al monumento alla Resistenza davanti al Comune.
É poi proseguita nel pomeriggio con la manifestazione a Milano! Bello vedere tante persone in corteo, a maggior ragione dopo questi anni difficili causa covid!

E a breve concludiamo tutti in piazza a San Donato, dalle 18, davanti al Comune. Dopo due anni di stop causa pandemia ritorna un appuntamento che dal 2013 caratterizza la nostra città: la festa in piazza per la Liberazione!
Con i giovani di Sandocalling, l’ANPI e l’Amministrazione tutta per proporre alla città un momento di festa, riflessione e aggregazione!

Un ringraziamento a tutti quelli che rendono unici e vissuti questi momenti di memoria della nostra storia, ma tanto attuali e necessari!

Viva l’Italia! Viva la Libertà!


Approvato a larga maggioranza il nuovo disegno urbanistico per San Donato!

Lo scorso martedì il Consiglio Comunale ha approvato a stragrande maggioranza il nuovo Piano di Governo del Territorio.
Non ho potuto essere fisicamente presente, era presente tutta la squadra con la quale ho avuto il piacere di lavorare a quello che è uno dei più importanti atti di questa Amministrazione.

Un nuovo strumento di pianificazione urbanistica che guarda al futuro della nostra città con l’obiettivo di rispondere alle esigenze di rilancio del territorio nella difficile sfida di coniugare la qualità ambientale e i bisogni dei cittadini e delle imprese.

Alla base di questo piano è rappresentato un sentire orami diffuso: quello di uno sviluppo ambientalmente sostenibile, salvaguardando il territorio tramite il contenimento del consumo di suolo e la rigenerazione urbana, dando nuove prospettive per la riqualificazione del patrimonio urbanistico esistente attraverso nuovi strumenti, nuovi stimoli e nuove categorie urbane che corrispondono ai nuovi bisogni della città.

La rigenerazione non ha a che fare necessariamente con grandi trasformazioni urbane, ma anche con piccoli interventi e molto mirati, individuati e realizzati con il coinvolgimento diretto nelle scelte, nella progettazione e nell’attuazione di chi nei quartieri vi abita. Riqualificazione e riuso contrastano il degrado funzionale e paesaggistico, grazie al risparmio di suolo e alla rivitalizzazione di quanto abbandonato.

E dunque anche una maggiore qualità dell’abitare che deve soddisfare una pluralità di bisogni (sociali) sempre più articolata e che deve ricorrere anche a interventi di promozione, riqualificazione e riuso volti ad ampliare l'offerta di strutture abitative innovative come l’housing sociale, realizzate e gestite con gradi diversi di collaborazione, dotate di spazi e servizi collettivi e orientate a una marcata sostenibilità ambientale e qualità architettonica.

Un lungo percorso di confronto e dibattito sul progetto urbanistico di San Donato Milanese che ha sempre avuto come filo conduttore cinque punti:

  • una città inclusiva e attrattiva
  • una città bella e abitabile
  • una città rigenerata e ospitale
  • una città verde e resiliente
  • una città sostenibile e intelligente

Questi principi politici sono stati assorbiti e trasformati nei documenti del nostro Piano urbanistico, approvato a grande maggioranza da parte del Consiglio Comunale che ha fatto propria questa idea di città, con le sue regole, i suoi obiettivi e  le sue aspirazioni, che non sono un libro dei sogni ma la formulazione di uno sviluppo sociale ed economico attento all’ambiente e alla partecipazione dei Cittadini, che propone soluzioni concrete, con uno spirito di adattamento ai cambiamenti sociali ed urbanistici della nostra Città e del suo contesto territoriale.


Gianfranco Ginelli_SI san donato insieme giunta

Il Centrosinistra con un nuovo progetto per San Donato

Gianfranco Ginelli è l'uomo giusto al momento giusto. Come PD sosteniamo la sua candidatura a Sindaco di San Donato per la sua competenza e la sua voglia di futuro. La nostra Città ha bisogno della sua autorevolezza e della sua capacità per affrontare le sfide dei prossimi 5 anni. San Donato merita di essere guidata da chi ha le capacità, l'esperienza e la voglia di gestire processi complessi, come la transizione climatica, l'innovazione sociale, la ripresa economica e sociale post - pandemica e l'attrazione di investimenti pubblici e privati.  San Donato, insieme a Ginelli, può guardare al futuro con entusiasmo.
Partito Democratico San Donato Milanese

Il civismo di centrosinistra è una realtà sandonatese troppo preziosa per andare dispersa dopo la conclusione dell’esperienza politica di “Noi per la città”. Per questo abbiamo voluto dare vita a un movimento fresco e rinnovato, con le radici solidamente piantate in San Donato, a sostegno della candidatura di Gianfranco Ginelli.
La città ha bisogno di chi la vive ogni giorno, dal mondo dello sport a quello della scuola, da quello del lavoro a quello delle fragilità, per ancorare l’azione amministrativa nella realtà quotidiana dei sandonatesi. Per questo nasce “La Civica”, un progetto il cui nome dice tutto: una lista di cittadini con il bene di San Donato come priorità.
La Civica

Movimento giovane, di rilievo nazionale, Azione di Carlo Calenda è stata fondata a San Donato Milanese nel luglio 2020 da Alessandro Carta (referente politico), Marco Cecchini e Giuseppe Indizio (co-fondatori). Lontani da populismi e sovranismi, Azione SDM è attenta al territorio, ha già all’attivo molteplici iniziative social, tra cui un importante ciclo di incontri. Azione farà parte della coalizione che appoggia il candidato sindaco Gianfranco Ginelli. Nei piani del movimento, favorire un cambio di passo nell’Amministrazione comunale sui temi di maggior interesse per i cittadini: centro urbano, sport e infrastrutture, servizi di prossimità. Tra i punti programmatici in primo piano  la revisione del piano sosta e partnership pubblico-privato a sostegno della formazione e dell’istruzione.
Azione San Donato Milanese

Sinistra Italiana sarà attiva e presente in questa campagna elettorale.
Abbiamo scelto di aderire a questa coalizione in quanto, oltre a dei valori per noi irrinunciabili come cultura di pace, lotta alle diseguaglianze, l’antifascismo e la tutela dell’ambiente, condividiamo a pieno gli obbiettivi cardine del candidato sindaco: svolta ambientale, svolta sociale e la diffusione delle opportunità.
I virus sono molti, uccidono persone, restano minacciosi e non colpiscono tutti nella stessa maniera. Diventa perciò fondamentale investire e costruire spazi di socialità per poter tutelare le fasce più deboli.
Vorremmo una San Donato che non collassasse sotto il peso della modernità ad ogni costo e volendo citare Pasolini “noi siamo per il progresso, non per lo sviluppo”. Sinistra Italiana mira a rappresentare quella sinistra di governo che intende agire con i fatti.
Sinistra Italiana

La lista civica Insieme per San Donato ha deciso, nelle prossime elezioni amministrative, di sostenere la candidatura a Sindaco di Gianfranco Ginelli. Lo faremo insieme agli amici di Italia Viva che si candideranno con noi e con cui abbiamo condiviso questo progetto che riteniamo possa essere innovativo e far vincere, finalmente, la città. Negli ultimi 10 anni abbiamo svolto un’opposizione determinata e costruttiva. Pensiamo però che la città abbia bisogno di un cambio di passo e che per farlo debbano mettersi da parte le contrapposizioni ideologiche per risolvere, INSIEME, i problemi in modo concreto. Questa è la vera politica che guarda ai cittadini.
Insieme per San Donato

Noi di Italia Viva crediamo fermamente che la politica migliore nasca da un instancabile dialogo e dal ricorso alle competenze migliori. Ci siamo convinti da tempo che a San Donato la coalizione con cui abbiamo contribuito a governare la Città negli ultimi dieci anni dovesse recuperare il contributo di tutte le forze sinceramente impegnate al rilancio e alla trasformazione della Città in un autentico cantiere della buona politica. È per questo motivo che siamo particolarmente contenti oggi di contribuire attivamente al percorso di ingresso nella coalizione che sostiene Gianfranco Ginelli della lista Insieme per San Donato capeggiata da Gina Falbo, alla quale abbiamo deciso di partecipare con nostri candidati. Siamo convinti che Gianfranco sia la figura adatta per compiere questo salto di qualità nella politica sandonatese, e siamo soddisfatti che al suo tentativo abbiano aderito anche altre forze politiche precedentemente rimaste fuori dal perimetro dell’Amministrazione. Pensiamo che ci siano tutti gli ingredienti per creare una coalizione veramente progressista e riformista, in piena coerenza con la nostra idea di politica.
Italia Viva

SandonatoInsieme è una proposta nuova e innovativa, che guarda al bene e al futuro della nostra città.” - afferma Simona Rullo per EuropaVerde-Verdi di San Donato – “Abbiamo fortemente voluto questa coalizione perché realizzerà una svolta ecologica straordinaria: consumo di suolo zero, San Donato città dei parchi, mobilità sostenibile e servizi di qualità in centro e in tutti i quartieri.
Verdi Europei


gianfranco ginelli_SI san donato insieme coalizione-1600x800-2

Si inizia! SandonatoInsieme!

SandonatoInsieme/ Una città e un motto, in una parola sola. Un segno anche grafico per dire quello che è il punto qualificante di questa sfida: unire le forze per il bene della città.

La scommessa è grande e per questo il centrosinistra ha deciso di dire a una nuova coalizione ampia, che alle prossime elezioni amministrative raggruppi quanti, in città, condividono un’idea di politica nel segno del servizio e dell’impegno solidale per il bene comune, insieme a una visione di futuro che vada oltre il qui e ora per guardare alla San Donato di domani.

Le persone e le forze, politiche e civiche, che sostengono la mia candidatura hanno risposto a questa sfida di lavorare insieme: ciascuno con le proprie specificità e sensibilità, superando anche steccati e divisioni che negli anni ci hanno visto su fronti diversi, ma pur sempre impegnati a cercare di fare il bene di San Donato; saldi nei valori e con una idea chiara della città che desideriamo, una città dove lo sviluppo economico si intreccia con la solidarietà sociale, dove la sostenibilità ambientale costituirà la base di ogni ragionamento in modo trasversale.

Puntiamo a raccogliere le migliori energie e competenze che la città ed il territorio sanno esprimere in ambito economico, sociale, professionale e culturale e tutto questo – unitamente a quanto realizzato negli ultimi dieci anni, pur con i momenti bui della pandemia a rendere tutto più difficile – lo portiamo al giudizio insindacabile degli elettori. Questa è l’ambizione.

Un nuovo progetto che parte da quanto è stato fatto nei dieci anni dell’Amministrazione Checchi e da quanto resta ancora da fare. Perché SÌ, diversi sono i risultati raggiunti dal 2012 a oggi, ma altrettanti e non meno importanti le sfide che ancora ci aspettano, le cose da migliorare e i progetti cui manca solo qualche passo per andare in porto, gli interventi di integrazione e potenziamento di quanto fatto, tenendo conto di una città che nel frattempo, anche a causa della pandemia, è cambiata.

“Il mio stile sarà inclusivo, non solo a parole ma nei fatti – spiega Gianfranco Ginelli – perché questa è la necessità che esprime la nostra comunità: crescere in armonia e coesione.” 

SandonatoInsieme è un nuovo progetto che può contare su tante “anime” ma inserite dentro un solo corpo: la tradizione socialdemocratica, l’anima ambientalista, quella più pragmatica di impianto squisitamente civico con tratti e sensibilità differenti. Oltre al Partito Democratico, a Italia Viva e a La Civica, lista che raccoglie l’eredità ormai decennale di “Noi per la città”, si propongono nella nuova coalizione gli ambientalisti di Europa Verde, i simboli nazionali di Sinistra Italiana, Azione e la lista civica Insieme per San Donato, che ha accolto l’apertura e scelto di aderire al progetto, cogliendone la novità e la possibilità di mettere a frutto in modo costruttivo e condiviso gli anni di esperienza maturati all’opposizione.

SandonatoInsieme è un percorso aperto, inclusivo e partecipativo: nelle prossime settimane ascolteremo e ci confronteremo con la città, organizzando dei tavoli aperti al contributo di tutti. La svolta ambientale, quella sociale e la diffusione delle opportunità soprattutto per i giovani, saranno messe al centro del nostro confronto.

SandonatoInsieme è la nostra idea di città e di comunità. Unire le forze per vincere le sfide. Partecipazione, innovazione e coinvolgimento delle energie migliori, per costruire insieme il nostro futuro.