Gianfranco Ginelli a Talking Eggs Podcast

Buona visione!

https://www.youtube.com/watch?v=PZdu2WG-RJE&ab_channel=ScrambledCommunication


Per una San Donato verde e resiliente!

Ieri sera l’incontro wwf sud milano e greensando che ringrazio per l’opportunità di confronto su uno dei temi che ho inserito tra quelli strategici per la nostra coalizione.
Visto che il tempo delle risposte è sempre limitato, di seguito alcune considerazioni che mi piace condividere.
La prima è una premessa importante.
Il nostro Comune è caratterizzato da una notevole presenza di verde, sia agrario che urbano. Infatti, sui 12,500 kmq che costituiscono il territorio 7,700 sono a destinazione agricola, compresi nel Parco Agricolo Sud Milano, mentre circa 1,500 kmq costituiscono verde pubblico usufruibile dall’intera collettività. La metà di queste sono aree “boscate” e rappresentano un dato particolarmente
significativo. Accanto a questo patrimonio negli anni si sono sviluppate 28 aree gioco attrezzate (di cui 9 all’interno delle scuole) e 13 aree cani, più un gattile.

Questo immenso patrimonio fa di San Donato una “città giardino” che ci pone a livelli tra i più alti come dotazione di mq pro-capite, 46 per San Donato, 26,5 per Città Metropolitana e 31,4 la media italiana.
In questi ultimi anni in particolare il nostro patrimonio si è ulteriormente arricchito con nuove piantumazioni estese: 2.200 nel bosco dopo il parco dei conigli, oltre 400 nei diversi parchi della città, oltre 200 sono previste nel parco dell’Infinito di fronte alla caserma dei carabinieri e nel parco dei conigli e altre 100 nel parcheggio dell’ospedale.

Come rilanciare la nostra azione in modo concreto per i prossimi anni, quali i nostri impegni?
Il primo, forse il più importante è quello di raddoppiare le piantumazioni ora presenti sul nostro territorio, circa 10mila alberi, portandoli a 20mila entro il 2030 grazie al progetto FORESTAMI. E’ una sfida importante alla quale crediamo e che ci impegneremo a perseguire. A questa si accompagnerà la nascita dei nuovi grandi parchi pubblici come il Parco dell’Infinito, il Parco dei Conigli, il Parco di Confine con San Giuliano, il Central Park del pratone, la Campagnetta. La grande rete dei parchi cittadini.

Un patrimonio imponete ha poi bisogno di essere gestito e per questo andremo ad approvare il nuovo Regolamento del Verde che al suo interno avrà delle significative novità: tolta la possibilità di capitozzatura, nel caso di sostituzione di una essenza, la nuova dovrà essere della stessa classe di grandezza, tolta la monetizzazione della compensazione delle piante per i privati e tanto altro.

Il nostro impegno per una San Donato verde e resiliente passa da queste azioni concrete. Vogliamo una San Donato che viva in armonia con i suoi ecosistemi, che favorisca la sua biodiversità, che mantenga la sua caratteristica di città del verde diffuso.


Il parco Mattei: il progetto ad oggi già approvato

Il progetto di Partenariato Pubblico Privato per la riqualificazione del Parco Mattei, approvato dalla Giunta il 05.05.2022 è frutto anche del confronto con le altre forze politiche presenti in Consiglio Comunale e mira a rendere nuovamente fruibile tutti gli impianti, incluse le piscine e le aree verdi, garantendone la funzione pubblica.

Consentirà a tutti gli sportivi e alle associazioni sportive di fare uso degli impianti riqualificati a tariffe calmierate e a tutti i cittadini di godere liberamente delle aree verdi.

Il tutto verrà realizzato preservando l’attuale impianto architettonico, assicurando una migliore funzionalità della struttura e la sostenibilità economica nel tempo dell’intero complesso.

La proposta è stata presentata a Giugno 2021 da una cordata formata da tre soggetti: Italgreen Spa, SNEF SSD arl e Italgila srl.

La stessa è stata analizzata in dettaglio da un gruppo di advisor sportivi, da uno studio di ingegneria e da uno studio legale che ne hanno verificato la correttezza, la congruità e la sostenibilità. È stata poi migliorata durante tutti i mesi precedenti alla recente dichiarazione di pubblico interesse dell’Amministrazione Comunale. Ultimo passo, perché venga emessa la gara pubblica prevista dal PPP, è il passaggio nel nuovo Consiglio Comunale che abbiamo, per correttezza, demandato all’Amministrazione che si insedierà dopo le prossime elezioni.

Come sarà il Parco Mattei “in pillole”

+ SPORT

  • La piscina olimpionica esterna da 50 metri sarà riqualificata e tornerà ad essere coperta nella stagione fredda da una struttura pressostatica di ultima generazione che sarà totalmente rimossa nei mesi estivi. Una struttura mobile (tecnicamente un “pontone mobile”) consentirà, a seconda delle esigenze, di dividere la vasca in due per le varie necessità di nuoto e pallanuoto. Sarà inoltre prevista una tribuna interna, fondamentale per le competizioni agonistiche.
  • L’attuale piscina interna da 33 metri sarà totalmente trasformata in una vasca da 25 metri, affiancata da un’altra per l’apprendimento e le attività dedicate a chi ha difficoltà motorie.
  • La piscina ludica esterna sarà mantenuta e riqualificata.
  • Il campo da gioco dello stadio sarà riqualificato con un manto ibrido sintetico-naturale.
  • Saranno mantenuti alcuni campi da tennis, completamente riqualificati e dotati di copertura stagionale.
  • Verranno realizzati 9 campi da padel, uno dei quali avrà una tribuna rendendolo utilizzabile per competizioni anche agonistiche.
  • Saranno realizzati 5 nuovi campi da beach volley, di cui uno con tribune per poter ospitare competizioni anche agonistiche.
  • In questa maniera potranno essere garantiti il rugby, atletica, pallavolo, basket, calcio a 5, pallamano, tennis, padel, beach volley, nuoto e pallanuoto oltre alla possibilità di fruire degli spazi per eventuali richieste ulteriori.

+ PUBBLICO

  • Sono previsti sconti del 10% per i cittadini sandonatesi per le attività sportive di base e agevolazioni per le persone diversamente abili
  • Il parco, l’area verde, i giochi per bambini e le aree comuni resteranno liberamente accessibili come parco pubblico.
  • Lo stadio, con pista di atletica e campo, il palazzetto dello sport e una parte della piscina olimpionica saranno riservati al Comune, che potrà concederli liberamente in uso alle associazioni sportive locali oltre che per le attività prettamente agonistiche, anche per quelle ricreative, camp estivi e attività per le scuole. Le tariffe saranno calmierate perché saranno autonomamente stabilite dall’Amministrazione comunale.

 + SERVIZI

  • L’ingresso principale del Parco sarà collocato sul lato della fermata della metropolitana (piazza IX Novembre 1989) ma rimarranno attivi anche gli attuali ingressi esistenti su via Caviaga e via Triulziana.
  • Sarà realizzato un centro fitness/wellness all’interno dell’edificio della attuale piscina coperta.
  • Sarà completamente riqualificato il bar e il ristorante delle piscine che saranno fruibili per tutto l’anno.
  • Le due palazzine che sono collocate nei pressi della fermata della metropolitana saranno sostituite (quindi senza ulteriore consumo di suolo) da una palazzina che ospiterà il nuovo ingresso principale del Parco, nuovi spogliatoi e un centro medico ortopedico e per la riabilitazione.
  • Sarà riqualificato l’edificio attualmente posto all’ingresso del Parco al fine di ospitare uffici e attività delle associazioni sportive.

 + GREEN

  • Tutti gli impianti tecnologici (riscaldamento e illuminazione) saranno riqualificati con tecnologie pensate per garantire la massima efficienza energetica
  • Tutti gli edifici ristrutturati o costruiti in sostituzione di quelli esistenti saranno edifici nZEB (near zero emission buildings)

 + SOSTENIBILITÀ

  • Dopo l’approvazione del nuovo Consiglio Comunale, tutti i lavori di riqualificazione saranno eseguiti dagli operatori privati che si aggiudicheranno la concessione a seguito di una gara pubblica che osserverà le regole della procedura di Partenariato Pubblico Privato regolata dal Codice degli Appalti.
  • Gli investimenti, previsti in circa 24 milioni di euro, saranno a carico dell’operatore privato, che beneficerà di contributo pubblico di circa 9 milioni di euro, coperto per la metà dal Comune e per la restante parte tramite un accordo di programma richiesto a Regione Lombardia.
  • L’operatore privato curerà a sue spese l’intera gestione del Parco: le aree verdi, gli impianti sportivi (compresi quelli a disposizione del Comune), facendosi carico della manutenzione ordinaria, straordinaria e di tutti i costi di funzionamento, dalle utenze alla guardiania e alla pulizia.
  • Il Comune verserà al concessionario un canone per la disponibilità della piscina del palazzetto e dello stadio (pista di atletica, campo di gioco e spogliatoi) di circa 410mila euro all’anno, con un risparmio di circa 200mila euro all’anno rispetto ai costi attualmente sostenuti (che includono la gestione e la manutenzione degli impianti sportivi e del parco oltre che della guardiania). Il contributo pubblico e una efficace gestione degli impianti riqualificati garantiranno, unitamente al futuro contratto che verrà stipulato a seguito della sopra menzionata gara, una sostenibilità economica nei 30 anni di gestione.

Questo è quanto vogliamo portare avanti se i sandonatesi ci daranno la loro fiducia. Così ridaremo alla città un centro sportivo che tornerà ad essere attrattivo per tutto l’ambito metropolitano.


Cosa abbiamo in programma... la presentazione!

Una bella serata, partecipata, nella quale ho avuto modo di presentare la coalizione che sostiene la mia candidatura e le linee guida del nostro programma.

Insieme, ciascuno con le proprie specificità e sensibilità, superando le divisioni, per un impegno comune per San Donato.

Insieme, per mettere al primo posto diritti e opportunità, per una città che sia garanzia di pari dignità, dove nessuno resti indietro o sia lasciato solo.

Insieme, perché siamo una bella squadra, consapevole delle sfide che ha davanti e che può esprimere in modo trasversale la competenza e la conoscenza maturata in anni di impegno e lavoro per la propria città.

Insieme, in un progetto che unisce, per una comunità che cresce in una città che cambia!

Vuoi leggere il nostro programma? Puoi trovarlo a questo link: https://www.sandonatoinsieme.it/idee/
Grazie a tutte/i e #avanticosì.


La memoria e la responsabilità

Oggi ho firmato l’appello di Avviso Pubblico rivolto ai candidati alle prossime elezioni amministrative per un impegno concreto contro le mafie e la corruzione. Un atto importante ed una forte assunzione di responsabilità che ho voluto sottoscrive oggi a 30 anni dall’omicidio di Giovanni Falcone e della strage di Capaci.

Contro ogni forma di mafia e criminalità organizzata. Sempre !
#avvisopubblico #votipuliti

AVVISO PUBBLICO - Voti puliti, partecipazione democratica e impegni concreti contro mafie e corruzione


24 MAGGIO 2022 - Quello che abbiamo in programma!

staff

Trovare nuove idee per tenere insieme sviluppo e solidarietà, ambiente e innovazione, libertà e responsabilità? Si può fare. Insieme. Partecipa per progettare il futuro e per farlo conoscere a tutti i sandonatesi.

Singoli cittadini, volontari di associazioni, studenti, giovani, meno giovani, lavoratori… tutte le esperienze saranno preziose: SandonatoInsieme, raccogliamo idee, costruiamo futuro!

Ci vediamo domenica 8 maggio per un pomeriggio di confronto e scambio di idee e proposte per il futuro di San Donato Milanese.
Sarà un’occasione per conoscercicondividere esperienze e intuizioni e tracciare insieme il programma di lavoro dei prossimi anni.


8 MAGGIO 2022 - SI può fare! I tavoli di confronto

staff

Trovare nuove idee per tenere insieme sviluppo e solidarietà, ambiente e innovazione, libertà e responsabilità? Si può fare. Insieme. Partecipa per progettare il futuro e per farlo conoscere a tutti i sandonatesi.

Singoli cittadini, volontari di associazioni, studenti, giovani, meno giovani, lavoratori… tutte le esperienze saranno preziose: SandonatoInsieme, raccogliamo idee, costruiamo futuro!

Ci vediamo domenica 8 maggio per un pomeriggio di confronto e scambio di idee e proposte per il futuro di San Donato Milanese.
Sarà un’occasione per conoscercicondividere esperienze e intuizioni e tracciare insieme il programma di lavoro dei prossimi anni.


Come promuoviamo la mobilità ciclabile?

Oggi ho ricevuto, per il quarto anno consecutivo, un riconoscimento importante che conferma il valore delle nostre scelte nel promuovere politiche “bike-friendly”.

Il Comune di San Donato Milanese si conferma tra le realtà nazionali selezionate dalla FIAB Italia (Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta) in base all’impegno dimostrato nel promuovere politiche ciclabili.
Il riconoscimento attribuisce ai territori un punteggio da 1 a 5, assegnato sulla base di un’analisi oggettiva dei molteplici aspetti che interagiscono con la bicicletta quale mezzo di trasporto sostenibile. Quattro, in sintesi, le aree di valutazione:

  • mobilità urbana (ciclabili urbane/infrastrutture, moderazione traffico e velocità)
  • governance (politiche di mobilità urbana e servizi)
  • comunicazione & promozione
  • cicloturismo

Tre stelle (su cinque) è la valutazione stilata dai tecnici.

Accanto a questo, sempre oggi, mi è stato comunicato che il lavoro di rete con Città metropolitana di Milano ha dato i suoi frutti.
L'ex Provincia ha affidato l’incarico per lo studio di fattibilità del tracciato di pista ciclabile San Donato - San Giuliano – Melegnano.
Questo tratto rientra all'interno del complesso Biciplan "Cambio" di Città Metropolitana (se vuoi ulteriori info puoi trovarle cliccando qui) che punta a collegare l'intera area metropolitana con assi ciclabili.

Il tratto che interessa particolarmente la nostra città e che andrebbe ad affiancare il collegamento lungo l'asse della Paullese (la ciclabile M3-Peschiera Borromeo) è la radiale 8 delle superciclabili del Biciplan.

Un nuovo traguardo importante a sostegno del nostro impegno per le politiche di mobilità sostenibile e del lavoro di rete con gli altri Comuni del Sud-Est.